Ferrara e Vigarano

Biomassa nel “mirino” dei 5 stelle

Che le centrali a Biomasse siano da sempre oggetto di accesi dibattiti è cosa tristemente nota. Ad essere nel “mirino” dei “5 Stelle” ferraresi, con un’interrogazione del Consigliere comunale di Ferrara Tommaso Mantovani, è la modalità di spandimento del digestato ( il prodotto di scarto delle centrali a biomassa che, ora, viene considerato fertilizzante ). Sui “pregi/difetti” di questa pratica si sono spese e si spenderanno mille parole. Un dato è certo: se la gestione “industriale” della produzione viene effettuata nel rispetto dei criteri normativi ( oltre che di buon senso ) nulla è da temersi, per la salute, verso queste sostanze che dovrebbero essere interrate entro brevissimo tempo ( o addirittura simultaneamente ) nei terreni agricoli. L’interrogazione di Mantovani riguarda un caso specifico (con circostanza di foto e piantine) riguardo materiale che proviene dalla centrale di ‘Ca Bianchina in via Frattina a Borgo di Vigarano Mainarda (non come citato erroneamente nel documento ndr), che sono stati sparsi in zona ‘Ca Pontoni, al confine tra i Comuni di Ferrara e Vigarano.  Mantovani “impegna” il Sindaco di Ferrara a verificare se: “tali sversamenti siano a norma di legge, dalla qualità delle matrici in ingresso, alla struttura della filiera, al conferimento finale”. Viene anche richiesto di verificare da chi siano stati effettuati gli spandimenti.