Ferrara
I Carabinieri festeggiano il Natale con i bambini

Ieri sera la festa al Teatro Nuovo

Dopo un intero anno dedicato alla tutela dei più deboli, nel capoluogo come nei più piccoli Paesi della Provincia, ieri sera i Carabinieri di Ferrara hanno deciso di “dedicarsi” un piccolo spazio di incontro, riservandosi il tempo di qualche ora per ringraziare le loro famiglie e i loro piccoli figli. Quest’anno, come ogni anno, molti papà e molte mamme in divisa non potranno festeggiare il Natale con i loro Cari, perché impegnati in servizio per la tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica.

E’ per questo motivo, per dedicare comunque una festa ai bambini che dovranno festeggiare senza il loro papà o la loro mamma, che il Comando Provinciale dei Carabinieri di Ferrara ha organizzato una piccola “festa anticipata” a sorpresa per quella che da sempre è definita “la Grande Famiglia dell’Arma dei Carabinieri”.

L’evento natalizio si è svolto nella splendida cornice del Teatro Nuovo di Ferrara, grazie alla gentile disponibilità offerta dal Direttore, Giovanni Di Matteo. Sul palco, ammirati ed applauditi da grandi e piccini, si sono esibiti magistralmente l’istrionico cantante e musicista Andrea Poltronieri, preceduto da una toccante e coinvolgente recitazione natalizia di Elena Pellizzon, Simone Bulgarelli e Isabella Gorgoni Gufoni della “Scuola d’Arte Cinematografica Florestano Vancini” di Stefano Muroni. Artisti di assoluto pregio che hanno intrattenuto, alternando momenti di riflessione e risate, i numerosi partecipanti, sino all’evento finale, atteso a lungo dai più piccoli: l’arrivo di Babbo Natale,   impersonato dal simpaticissimo Claudio Gentili, che si è immolato all’assalto dei più piccoli, donando un pacco regalo a ciascuno di loro e una foto ricordo.

L’evento è stato impreziosito in modo determinante dall’assistenza audio e video garantita dalla societàSuono e Immaginedi Davide Franco, e dal mattatore della serata, il poliedrico e simpaticissimo presentatore Roberto Ferrari.

Al termine, evidente la felicità di molti militari: “A Natale non potrò essere con i miei figli, conosciamo cosa significa essere Carabiniere. Non importa, abbiamo festeggiato in anticipo e il sorriso di mio figlio ricompensa qualunque cosa”.