Ferrara

Comuni ciclabili

Per il 6° anno massimo punteggio

Cinque ‘bike smile’ azzurri su sfondo giallo. E’ la bandiera di “ComuneCiclabile” con cui, per il sesto anno consecutivo, Fiab – Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta ha assegnato a Ferrara il massimo del punteggio in tema di politiche bike friendly. La consegna ufficiale del riconoscimento al sindaco Alan Fabbri da parte del vicepresidente nazionale Fiab Giuliano Giubelli è avvenuta oggi nella residenza municipale, alla presenza anche del vicesindaco e assessore alla Mobilità Nicola Lodi e dell’assessore all’Ambiente Alessandro Balboni.

“Questa bandiera – ha dichiarato il sindaco Alan Fabbri – è motivo di orgoglio per la città di Ferrara, che negli anni si è distinta sia per le politiche condotte dalle amministrazioni che si sono succedute sia come propensione all’uso della bicicletta da parte della cittadinanza. Stiamo cercando di investire molte risorse in tema di mobilità ciclabile, non da ultimo per il progetto della velo stazione nei pressi della stazione ferroviaria, servizio importante oltre che per i lavoratori e gli studenti anche per i turisti. Abbiamo a bilancio per il prossimo piano triennale dei lavori pubblici importanti investimenti sul sistema delle ciclovie. Intendiamo procedere verso obiettivi sempre più stringenti per quanto riguarda il tema della città a misura d’uomo, e questa bandiera è per noi anche uno stimolo a continuare a fare sempre meglio, con il supporto di Fiab, nella direzione di una città sempre più vivibile, con meno auto all’interno del centro storico e con collegamenti ciclabili capillari verso i territori delle tante frazioni”.

“Ringraziamo Fiab – ha aggiunto l’assessore Balboni – che ci riconsegna un’attestazione importante per il lavoro che è stato svolto, anche congiuntamente tra Amministrazione comunale e la stessa Fiab. Anche per il 2023, quindi, Ferrara vede confermata l’assegnazione del massimo del punteggio, che attesta la propensione dell’Amministrazione a perseguire politiche di mobilità sostenibile, ma anche la grande passione che i cittadini ferraresi hanno per la bicicletta. Come Assessorato all’Ambiente sono diversi i progetti che stiamo portando avanti sfruttando fondi europei nel campo della mobilità. Con il progetto Air break ad esempio abbiamo sviluppato sia iniziative per la mobilità dei più piccoli e degli studenti delle scuole superiori, sia l’erogazione di incentivi chilometrici ai lavoratori che si spostano in bicicletta, con il ‘bike to work’. Abbiamo inoltre realizzato piste ciclabili in materiale riciclato per connettere alcuni punti strategici della città, e costruito pensiline smart tab per la ricarica dei veicoli elettrici”.

Un ringraziamento a Fiab e in particolar modo a Giuliano Giubelli giunge anche dal vicesindaco Nicola Lodi che ha sottolineato come “in questi mesi abbiamo stanziato tantissimi fondi per quanto riguarda le ciclabili, ne cito due: la ciclabile di Cona, che in seguito verrà collegata a Quartesana, per la quale è già stato eseguito lo studio di fattibilità con un investimento previsto di 1 milione e 900 mila euro; e la ciclabile di San Martino, già progettata e inserita nel Pug. Un altro importante obiettivo sono le ciclabili a servizio del mondo universitario, per le quali abbiamo realizzato una prima bozza progettuale che in questi giorni proporremo a Fiab. Tutto questo a conferma che il tema delle ciclabili è molto sentito dall’Amministrazione comunale, che lavora concretamente con i propri tecnici su questo ambito”.

“Ringrazio il Comune di Ferrara – ha concluso Giuliano Giubelli – che continua a dimostrare come l’argomento mobilità rappresenti una priorità per Ferrara. La città fin dal 2018 ha sempre acquisito il massimo della nostra valutazione Fiab di Comuneciclabile, che corrisponde a cinque bike smile. Auspichiamo la realizzazione di radiali a collegamento tra centro storico e frazioni della città, per far si che chi si deve spostare possa farlo in totale sicurezza utilizzando la bicicletta, che, come noto, entro i 5/6 km rimane il mezzo più veloce ed ecologico da utilizzare”.

L’iniziativa Fiab-Comuni Ciclabili, alla sua sesta edizione, ha coinvolto in questi anni quasi 180 Comuni italiani di ogni dimensione.

L’edizione 2023 di FIAB-ComuniCiclabili è patrocinata da: Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ECF-European Cyclists’ Federation, ANCI-Associazione Nazionale Comuni Italiani, INU-Istituto Nazionale di Urbanistica, Associazione dei Comuni Virtuosi, ALI-Autonomie Locali Italiane, Città in Bici, Centro Ricerca per il Trasporto e la Logistica de la Sapienza, World Cycling Alliance e WWF.

Per maggiori informazioni: www.comuniciclabili.it – info@comuniciclabili.it