AUSL-FE

Telecardiologia

lo studio sui pazienti che possono accedervi

“Stiamo conducendo uno studio sui pazienti ricoverati nelle nostre due cardiologie, ha spiegato il professor Sassone, per definire identikit del paziente che vorrebbe accedere a questa modalità di controllo e monitoraggio e vedere quali di questi non riesce a partecipare e perchè (variabili come età avanzata, aspetto geografico, reddito medio, composizione del nucleo famigliare). La grossa sfida, ha poi concluso il direttore delle cardiologie Ausl, è lavorare molto per l’alfabetizzazione digitale sia a livello medico che con i pazienti o i care giver, affinchè strumenti come questi non siano discriminanti per alcune tipologie di utente.”